Approdata a Roma l’edizione autunnale di #IOTHINGS, l’evento internazionale, organizzato da #Innovability, totalmente dedicato all’IoT e alla Digital Transformation of Things che si svolge, sin dal 2002, in primavera a Milano.
Un fitto programma di conferenze e un’ampia zona espositiva sono stati gli ingredienti della due giorni romana  così commentata dal suo ideatore Gianluigi Ferri, CEO Innovability e creatore di IOTHINGS: “sulla spinta del risultato di Milano abbiamo creato IOTHINGS Rome, che propone un programma sempre attento alle aree tecnologiche più innovative nell’ambito della digital transformation e alle applicazioni nei mercati verticali come Industria 4.0 ed Energia ma anche orientato ai temi delle infrastrutture digitali e della governance”.

Il programma di conferenze è stato caratterizzato da una decisa focalizzazione sulle applicazioni IoT per le grandi reti energia, mobilità, telecomunicazioni, le infrastrutture critiche, il monitoraggio, la protezione e la sicurezza del territorio.

Si è parlato delle aree tecnologiche IoT più innovative ma anche di applicazioni in mercati di forte interesse come Industry 4.0 e Smart Building.

Un’attenzione particolare è stata riservata all’IoT Cybersecurity alla luce dell’adozione del GDPR, delle reti LPWAN e NB-IoT, dell’architettura EDGE, dell’Intelligenza Artificiale e delle tecnologie Embedded, nel cuore di tutte le applicazioni IoT.

In questo quadro, grande interesse ha suscitato l’intervento di Riccardo Paglia, CEO e Co-Founder di Swascan, che ha mostrato come il mondo iperconnesso di oggi rappresenti un’opportunità di sviluppo eccezionale ma, allo stesso tempo, una minaccia da non sottovalutare. I molteplici produttori di device devono riuscire a lavorare in sinergia in modo da limitare al minimo le criticità legate alla supply chain; in quest’ottica Riccardo Paglia ha affermato: “Essere presenti come Swascan ad un evento come l’IoThings ci riempie d’orgoglio. Il nostro obiettivo è senza dubbio quello di sensibilizzare. Ogni settore produttivo, possa questo essere l’healthcare o l’automotive, deve affrontare rischi crescenti. La mole di dati generata dai sistemi IoT, nel 2020, supererà le 20.000 milioni di unità e per fronteggiare una quantità di informazioni del genere è necessario operare in sinergia ed identificare le vulnerabilità durante ogni step del processo produttivo.”

Swascan, è la prima piattaforma in Cloud e On Premise per l’analisi e il monitoraggio della vulnerabilità in rete e la sicurezza informatica: una suite di servizi digitali per testare l’affidabilità dei siti web, delle web application, la solidità del proprio network e la qualità del codice sorgente dei propri applicativi oltre che il livello di compliance GDPR.

Swascan, realtà partecipata da Noovle, offre una piattaforma che permette di analizzare rischi e vulnerabilità e implementare, a costi sostenibili, le misure di sicurezza più adeguate per ogni tipo di organizzazione.

Altre novità che hanno caratterizzato l’edizione romana sono le due conferenze Blockchain Now e Customer eXperience Now, per parlare di Internet of Trust e IOTA – la cryptovaluta dedicata all’IoT – e di servizi di mobilità e trasporto nell’ambito di relazioni con clienti sempre più evoluti e alla ricerca di esperienze coinvolgenti, agevoli, coordinate.  Grande spazio anche ai temi relativi allo sviluppo del 5G grazie alla partecipazione di importanti rappresentanti provenienti dal mondo delle istituzioni e della ricerca, alcuni dei quali presenti anche all’ultima edizione di Strategie per la Crescita Digitale del Sistema Paese e le cui interviste sono disponibili qui.

Infine una particolare attenzione è stata data alla “disruption” dei modelli di business e dell’organizzazione aziendale che cambiano rapportandosi all’ecosistema delle startup, ben rappresentate all’evento, attraverso programmi di Open Innovation.

Approfondisci le tematiche legate alla sicurezza informatica

Condividi: