Ad un mese di distanza dal DPCM del 1° marzo 2020 con ulteriori disposizioni urgenti attuative rispetto al decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6 in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Coronavirus (COVID-19) molte aziende e lavoratori si sono interessati al tema Smart Working.

 

Ma cos’è lo smart working, come funziona e quali sono i vantaggi?

L’evoluzione tecnologica di cui siamo testimoni abilita nuove opportunità che stanno profondamente trasformando le nostre abitudini lavorative, storicamente legate al tempo dedicato e al luogo in cui l’attività viene svolta.

Posta elettronica, Instant Messaging, Audio/Video, Web Conference, VoIP e Social Collaboration hanno cambiato il modo di lavorare consentendo di sperimentare nuove forme di condivisione e stimolare l’intelligenza creativa del capitale umano per la creazione diffusa di contenuti e conoscenza.

Nuovi temi e dinamiche conosciute da molti ma che necessitano ancora di qualche chiarimento, differenziazione e approfondimento.

h

Scopri la normativa che regola lo Smart Working

Scopri i benefici per aziende e dipendenti

Scopri le tecnologie abilitanti

Scopri i dispositivi che supportano il lavoro agile

Accedi ai contenuti compilando il form nella pagina.

Relatori

Alessandra Gangai

Alessandra Gangai

Ricercatrice Senior dell’Osservatorio Smart Working

Politecnico di Milano

11:30 – Scenario dello Smart Working

Andrea Borgia

Andrea Borgia

Territory Manager

Google Cloud

11:40 La tecnologia a supporto dello Smart Working

Francesco Miressi

Francesco Miressi

Head of Italy Mid-Market Sales

Noovle

11:50 – La gestione del cambiamento e l’introduzione di nuovi strumenti di lavoro

Fabrizio Locchetta

Fabrizio Locchetta

CIO, IS&T Department

Siram Veolia

12:10 Il vantaggio competitivo per le aziende – Il caso Siram Veolia

Compila il form per accedere ai contenuti del Webinar

Leggi l’informativa sulla privacy.

È necessario accettare l'informativa, altrimenti non potremo rispondere alle tue domande e richieste.




esprimo il consensonego il consenso
per quanto riguarda la cessione dei miei dati a partner di Noovle, in UE/estero per la formulazione di proposte/offerte commerciali dirette, via mail/telefono/SMS