Tante le novità annunciate nel corso di Dreamforce 2019

In una settimana densa di appuntamenti e ricca di ospiti illustri – uno su tutti l’ex Presidente degli Stati Uniti Barack Obama – Salesforce ha annunciato una serie di novità destinate ancora una volta a trasformare il mondo delle imprese.

Numeri impressionanti quelli dell’edizione 2019 del Dreamforce: 13 milioni di utenti online, 171.000 ospiti registrati, 2.700 sessioni e tantissimi casi di aziende leader a livello mondiale che hanno saputo sfruttare le tecnologie Salesforce per cambiare il modo in cui i loro dipendenti innovano, migliorano le proprie competenze e forniscono esperienze integrate con le vendite, l’assistenza, il marketing e l’IT. Due le parole chiave: Quality” e “Together” richiamate più volte negli  interventi di Keith Block e Marc Benioff, i due co-CEO di Salesforce, all’apertura del Dreamforce 2019.

Keith Block, Co-CEO Salesforce

Keith Block, Co-CEO Salesforce

Ecco gli annunci principali:

  1. Nel corso di Dreamforce è stato presentato Customer 360 Truth, con nuovi servizi di identificazione per consentire alle aziende di far risalire ad un’unica sorgente dati tutte le relazioni con i clienti: Customer 360 Truth collega dati provenienti da vendite, servizi, marketing, commercio e altro ancora per creare un unico ID Salesforce per ogni singolo cliente. Tutte le precedenti interazioni di un cliente e le preferenze condivise vengono raccolte per creare una visione completa in modo che le aziende possano servire meglio e persino prevedere le loro esigenze, sia che si tratti di affrontare un problema di assistenza clienti, creare un percorso di marketing personalizzato, prevedere le migliori opportunità di vendita o elaborare consigli sui prodotti. Più nel dettaglio, Customer 360 si compone di diversi servizi: Customer 360 Data Manager, utilizzando un ID Salesforce universale e unico, consente di accedere, connettere e gestire i dati dei clienti su Salesforce a altri sistemi; Salesforce Identity for Customers è il servizio che permette ai clienti di accedere, con un unico login basato sull’autenticazione a due fattori, a tutti i siti Web, i negozi di e-commerce, le app mobili e i prodotti connessi dell’azienda; Customer 360 Audiences aggrega dati noti, come indirizzi e-mail e ID proprietari, e dati sconosciuti, come visite al sito Web e ID dei dispositivi utilizzando funzionalità di intelligenza artificiale, per costruire profili unificati dei clienti utili per costruire campagne marketing personalizzate e per ottimizzare l’esperienza utente; infine Privacy e Data Governance applica etichette a tutti i dati in Salesforce in modo da identificare, e trattare di conseguenza, le differenti autorizzazioni nell’utilizzo dei dati, rispettando gli obblighi di compliance in tema di privacy.
  2. Ufficializzata l’acquisizione di Tableau (effettuata lo scorso 1 agosto) da parte di Salesforce per ampliare la sua offerta di analisi esistente (Einstein Analytics e Datorama) per fornire la soluzione di analisi più completa al mondo. Tableau rende Salesforce Customer 360 più potente che mai e, insieme a Einstein, consente a Salesforce di offrire una piattaforma di analisi completa basata sull’IA per  soddisfare ogni esigenza di mercato.Mark Jewett, VP marketing Tableau
  3. Con “Hey Einstein” Salesforce porta la potente tecnologia vocale al CRM fornendo a milioni di utenti Salesforce un’interfaccia personalizzata e ad attivazione vocale per le loro applicazioni: a breve (entro la primavera del 2020) ogni amministratore Salesforce potrà creare versioni personalizzate del Voice Assistant per ogni utente, sia che si tratti di rappresentanti di vendita, sales manager, agenti di servizio, funzionari di marketing e così via. Entro un anno sarà inoltre possibile ottenere maggiore insight dalle conversazioni dei team di vendita attraverso l’elaborazione del linguaggio naturale e l’identificazione delle parole chiave, in modo da comprendere rapidamente le tendenze (ad es. un picco di menzioni dei concorrenti, o le migliori pratiche dei top performer). Infine, entro l’estate 2020, con Service Cloud Voice, la telefonia sarà integrata nativamente con Service Cloud, consentendo a Einstein di leggere le parole chiave delle trascrizioni delle chiamate, fornire agli agenti  i più appropriati articoli di approfondimento e suggerire le migliori azioni da adottare per ottimizzare i tempi.

Tra le novità sono state annunciate anche nuove partnership e il rafforzamento di quelle esistenti.

Vuoi saperne di più?

Condividi: