Sempre più aziende stanno attribuendo importanza ai dati per prendere decisioni strategiche, sfruttando la capacità offerta dalla tecnologia per trasformare la conoscenza in valore economico e vantaggio competitivo.

Sono questi i temi emersi da una recente indagine condotta a livello europeo da IDC, società specializzata in ricerche di mercato. Secondo i risultati le tecnologie AI, e soprattutto la possibilità di ottenere crescenti livelli di apprendimento e automazione attraverso il Machine Learning, rivoluzioneranno la gestione e analisi dei dati, con effetti considerevoli sui processi decisionali e sull’operatività aziendale.

Circoscrivendo l’analisi alle sole aziende italiane aderenti alla ricerca, possiamo notare come il 40% di queste si aspetta già per l’anno in corso che l’adozione di tecnologie basate su logiche di Intelligenza artificiale impatterà notevolmente sulle proprie strategie di business. Il 32% delle imprese italiane estende la finestra di questo impatto ai prossimi due anni. Solo il 12% prevede questo impatto tra tre e cinque anni e il restante 16% non prima dei prossimi cinque anni.

Secondo IDC, nelle aziende italiane la spesa per soluzioni di advanced e predictive analytics sfiorerà i 100 milioni di euro nel 2020, mentre nel 2017 la spesa italiana per questa tipologia di strumenti si è attestata sugli 83 milioni di euro.

Questi dati evidenziano come le aziende stiano prendendo coscienza di questi trend e come il mercato italiano si stia adoperando per colmare il gap di competenze e conoscenze rispetto agli altri Paesi dell’Unione Europa. Il semplice fatto di raccogliere o avere accesso a grandi serie di dati non è sufficiente per produrre un risultato. Arrivare a decisioni veloci, supportate da valutazioni oggettive, è l’imperativo per aziende e organizzazioni che vogliono mantenere il proprio vantaggio competitivo.

 

Noovle affianca le aziende italiane in questo percorso di trasformazione ed assieme a Google Cloud promuove in tutte Italia Cloud OnBoard: una giornata gratuita di training che fornisce step-by-step un’introduzione tecnica alla Google Cloud Platform (GCP). Attraverso diverse presentazioni, sessioni hands-on e demo è possibile imparare ad utilizzare prodotti come Google App Engine, Datastore, Storage, Container Engine, Compute Engine e Network, Big Data e Machine Learning.

 

Il prossimo appuntamento si terrà martedì 18 Settembre nella bellissima cornice della Sala delle Capriate presso l’Università degli Studi di Palermo.

Il corso tenuto da Lorenzo Ridi, Software Engineer & Technical Trainer di Noovle, unico Google Cloud Platform Authorized Trainer in Italia.

Il training sarà l’occasione per scoprire come diverse aziende hanno sfruttato gli strumenti di Google Cloud Platform per incrementare il proprio business.

Non perdere l'appuntamento con Cloud on Board

Martedì 18 settembre, presso l’Università degli Studi di Palermo